Cherimus

Pic. Sara Deidda

Cherimus (in sardo “vogliamo”, “desideriamo”) è un collettivo artistico fondato nel 2007 da tre amici: Marco Colombaioni, Matteo Rubbi e Emiliana Sabiu che ora vede al suo interno Fiammetta Caime, Derek Maria Francesco Di Fabio, Andrea Rossi, Matteo Rubbi, Emiliana Sabiu, Carlo Spiga.

Partecipa, attraverso l’arte contemporanea, allo sviluppo del patrimonio sociale e culturale – passato e presente – del Sulcis Iglesiente (sud ovest Sardegna), diviso fra la conservazione della sua eredità (nuragica, pre-nuragica, pastorale, mineraria) e la spinta verso l’inserimento nella sfera globale.

Cherimus lavora affinché le realtà siano consapevolmente integrate dalle comunità locali per creare nuovi spazi culturali e di vita comune, considerando l’arte come riflessione e intervento alternativo sulle questioni economiche, politiche e culturali del Sulcis.

Cherimus cerca inoltre di aprire il Sulcis a esperienze e idee provenienti da paesi lontani (Mediterraneo, Africa, Europa), attraverso progetti di cooperazione internazionale tesi a rivitalizzare e trasformare la sua specificità territoriale. L’intento è quello di stabilire un dialogo tra realtà geograficamente distanti o apparentemente incompatibili, che tuttavia spesso condividono lo stesso squilibrio fra ricchezza e marginalità culturale.