Efisio Carbone

Efisio Carbone ha frequentato l’Università degli Studi di Cagliari laureandosi in Lettere Moderne con orientamento artistico, si è specializzato in Storia dell’Arte Contemporanea presso la Scuola di Specializzazione della stessa università con tesi sul patrimonio artistico contemporaneo di proprietà della Regione Sardegna. Ha frequentato successivamente due master, uno promosso dal MIBACT in ambito del progetto LC3 in “Esperto in Contenuti Culturali in Rete”, l’altro in Museologia, Museografia e gestione dei Beni Culturali presso l’Università Cattolica di Milano con tesi sulla valorizzazione del patrimonio artistico della Regione Lombardia. Ha collaborato con la Soprintendenza per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici, Artistici ed Etnoantropologici per le province di Cagliari e Oristano e con la Regione Sardegna in ambito di progetti di catalogazione e valorizzazione. Ha portato a termine una borsa di ricerca biennale presso l’Università degli Studi di Cagliari, cattedra di Storia dell’Arte Contemporanea, con la prof.ssa Maria Luisa Frongia. Alle spalle una lunga carriera curatoriale iniziata con il Centro Culturale Man Ray di Cagliari. Ha curato numerose mostre personali e collettive, in particolare a Cagliari, dove si è dedicato alla valorizzazione degli spazi Off dedicati alla cultura: collabora con continuità con la Galleria Macca , lo Spazio (In)visibile, Spazio e Movimento, dedicato alla produzione artistica di sole donne, la Fondazione Bartoli – Felter, il Consorzio Camù. Attualmente è storico dell’arte dei Musei Civici di Cagliari; insegna Fenomenologia delle Arti Contemporanee allo IED di Cagliari. Da gennaio 2018 è Direttore del Museo MACC di Calasetta (SU).