Giulia Crisci

Giulia Crisci è una ricercatrice e curatrice d’arte indipendente di base a Palermo. 

Il suo lavoro esiste nello spazio di intersezione tra arte e attivismo. È interessata a sperimentare forme di conoscenza e di apprendimento reciproco, incrociando pedagogie radicali e processi artistici e culturali.
Dal 2018 è parte del board curatoriale e responsabile pedagogica di I-team learning lab, un programma educativo itinerante dell’organizzazione francese Relais Culture Europe, ovvero uno spazio di sperimentazione sulle relazioni tra arte, cultura e democrazia.

Nel 2020 ha co-fondato con Diaria, a Palermo, L’assemblea delle lucciole, composta da artist*, performer, ricercator*, scienziat*, giornalist*, impegnati con il reale, interessate a sperimentare pedagogie alternative e creazioni culturale come spazi di politica quotidiana e convivialità situati nel Sud Globale. 

Attualmente sta lavorando ad un progetto di ricerca con lo storico dell’arte Camille Pageard a partire dalle opere del pedagogista, poeta, sociologo e attivista Danilo Dolci, prendendo in considerazione le sue sperimentazioni pedagogiche, le azioni politiche, gli scritti e le esperienze di organizzazione comunitaria in Sicilia.

È parte del collettivo antifascista Porco Rosso, con sede a Ballarò/Palermo. 
Negli ultimi anni ha contribuito a diversi progetti artistici e culturali, tra cui: 

Ecomuseo Mare Memoria Viva a Palermo come community manager e curatrice di alcune opere d’arte pubblica; UNIDEE a Cittadellarte – Fondazione Pistoletto come assistente curatrice; Eco e Narciso programma pubblico del comune di Torino come assistente curatrice 

Ha ideato e realizzato diversi progetti educativi sui beni confiscati alla mafia, alcuni dei quali in collaborazione con il collettivo Routes Agency, nell’ambito di una ricerca legata al trauma, alla memoria e alla cultura antimafia.  È stata parte della redazione di roots§routes, magazine di ricerca visuale.

È stata assistente direttore e curatore del programma educativo sperimentale UNIDEE – Università delle Idee a Cittadellarte – Fondazione Pistoletto. Ha lavorato al coordinamento del programma di residenze internazionale Resò. Per diversi anni è stata assistente dell’artista Marzia Migliora. È stata assistente curatore del programma d’arte pubblica Eco e Narciso 2014, della provincia di Torino. Ha curato il progetto itinerante Turning Tables di Valentina Miorandi. Ha collaborato come redattrice e curatrice a Balloon Project. Ha lavorato per il Dipartimento Educazione del Museo Riso di Palermo. Ha collaborato con Libera in Sicilia. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, per diversi anni come socio, e nel 2015 alla programmazione di Già giovani e innovazione, Summer School di alta formazione per l’innovazione sociale e la progettazione partecipata.

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.